La farfallina d'oro

(Chi l'ha d'or, chi l'ha d'arzant, chi l'an vel un azidant.)

Quando una donna è inutile lo è più di un uomo.

"Il mondo patinato delle riviste fatto di lustrini paiettes e vite di plastica, calciatori e mondanità sembrano essere l’unico interesse di donne che palesano un corpo tonico, formoso, desiderabile a tutti i costi, alla ricerca di una ossessiva unicità che sfocia paradossalmente in una paurosa omologazione. Palestra, chirurgia plastica e abiti assolutamente brandizzati per affermare il dio corpo, un meraviglioso involucro vuoto".

L'argomento è sempre #lagrandemadre, la dea madre e il potente archetipo legato alla figura femminile. L'installazione è stata esposta per la prima volta alla Rocca di Cento nell'ottobre 2010 all'interno dell'esposizione degli inUTILI con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Cento (Ferrara).

In seguito a fine gennaio 2011 a Casa Bolognini Torre Alberici a Bologna, in occasione della mostra I Care - Shock Therapy a cura di Marco Testacon il patrocinio di Arte Fiera OFF e ART WHITE NIGHT.

 

Vedi i video delle esposizioni inUTILI di: