La prima mostra è stata nel 2004. Da allora si sono susseguite situazioni espositive eterogenee. Consistente è stata l'attività svolta con il gruppo degli inUTILI, per il quale ho curato e realizzato 8 mostre collettive nelle quali ho esposto opere pittoriche, scultoree, di fotografia e installazioni.

 

23/06 – 22/07/2016

DE HUMANA ANIMA[LI]

con la partecipazione di Guy Lydster

[a cura di Antonella Gasparato]

 

Come in una conversazione sul filo del pennello, le opere in cui Silla Guerrini ha ritratto degli animali sono il fermo immagine di un dialogo intimo: uno scambio di sguardi, di sentire e di esperienze, che conducono a potenziali decifrazioni, quindi alle sue trasfigurazioni artistiche. Non solo gli animali da compagnia - che vivificano un rapporto affettivo ‘umano-animale’, dove la relazione trascende ruoli e categorie, per diventare sic et simpliciter di mutua felicità - ma anche quegli animali (selvaggi) che più raramente attraversano la nostra quotidianità, eppure rappresentano grumi di senso potenti del nostro immaginario. Dal cane che per tanti anni è stato compagno di strada e vita, all’elefante immenso e irraggiungibile, al cervo libero e impaurito, la carpa, il maiale…

Quanto di umano vogliamo e possiamo vedere e riconoscere in queste creature? 

Le immagini dell’inaugurazione avvenuta il 23 giugno 2016

Foto di Marco Manuel


 

Il video della vernice:

Mercoledì 6 luglio, ore 20 | Serata in omaggio a Giorgio Celli con Cristina Monti

Un omaggio a Giorgio Celli, famoso entomologo, ecologista, studioso e docente oltre che poliedrica figura di divulgatore scientifico, è stato commediografo e scrittore. 
L'attrice Cristina Monti ha letto parti della sua pièce, “Nora a due voci”, in cui rinascono i personaggi di Nora e Torvaldo Helmer da “Casa di bambola” di Henrik Ibsen.
Un testo incentrato sulla complessità del rapporto uomo donna, un' alternanza di giochi di potere in cui gli sdoppiamenti e gli smarrimenti identitari rendono l'ambiguitá del reale.
Due voci, per una interprete sola.

Questa mostra ha rappresentato anche un affettuoso tributo in sua memoria, e vale la pena ricordarlo con queste sue parole: “Se il Paradiso esiste è giusto che sia popolato di animali. Ve lo immaginate un Eden senza il canto degli uccelli, il garrire delle rondini, il belare delle caprette e l’apparire del buffo e curioso musetto di un coniglio? Di sicuro nel mio Paradiso ideale non possono non echeggiare miagolii da ogni angolo. Il festoso abbaiare di cani che giocano finalmente sereni…”.

Non è un caso che la Galleria B4 abbia accolto e appoggiato subito questo progetto, avendo avuto nel 2011 come fondatore Giorgio Celli – insieme a Federica Rotelli e Lodovico Pignatti Morano – purtroppo scomparso solo pochi mesi più tardi.

Durante la serata è stato presentato il libro di Luciana Apicella "Corte d'Aibo. Coltura biologica. Cultura del vino", la storia di Corte d'Aibo, dalla sua nascita nel 1989. 
Una delle prime aziende agricole in Italia a praticare la coltura biologica: un'avventura nella quale fu fondamentale l'apporto di Giorgio Celli e dell'Università di Agraria di Bologna, che conduceva i primi studi sull'agricoltura biologica, prima ancora dell'esistenza di una disciplinare europea, e quasi trent'anni prima dell'esplosione del bio".

Mercoledì 13 luglio, ore 18 | Pet Invasion Evening

Una serata eccezionalmente dedicata agli animali, tra le opere d'arte che li ritraggono, sono stati "loro" gli ospiti d'onore. 
Chiunque ha potuto portare il proprio canarino o cane o pesce rosso, muovendosi liberamente negli spazi della galleria. 
Un photo-shooting tutto dedicato agli animali, veri protagonisti dell'evento, a cura di Silla Guerrini, ha omaggiato gli ospiti con un ritratto fotografico elaborato artisticamente. Ecco i ritratti digitali realizzati durante la serata:



Alla serata ha collaborato Portamiconte l’associazione che dice NO all’abbandono e divulga il diritto di portare con sè il proprio amico a 4 zampe. Portamiconte organizza e appoggia progetti che aiutano l’inserimento e l’accettazione degli amici a 4 zampe nella società e nel contesto urbano. 
Organizza Aperidog, Workshop e Conferenze di educazione cinofila in collaborazione con esperti del mondo cinofilo. 
Tutti i partecipanti a 4 zampe saranno inoltre omaggiati con snack offerti da L'Ora degli Animali srl

Nel corso della vernice e della serata del 6 di luglio è stato degustato il vino biologico e biodinamico di Corte d'Aibo (Monteveglio).
La mostra si è svolta alla Galleria B4 nella zona universitaria di Bologna 
Ufficio stampa: Ind.a.co.  info@indacoage.it – 328 94 53 064 

Gli animali in visita sono sempre stati estremamente graditi. 

 


27-31/01/2016

"HO IMPASTATO COME UNA DEA MADRE"

 

ZonaZago7 per SetUp+
Ho impastato come una dea madre” [di Silla Guerrini] Ho sbattuto contro un muro” [di Luca Guenzi] a cura di Antonella Gasparato

Il progetto concepito in occasione di SetUp+ e curato da Antonella Gasparato, si è snodato nei locali di ZonaZago7, bottega d’arte e spazio polivalente inaugurato nel maggio del 2014.

La personale di Silla Guerrini“Ho impastato come una dea madre”, indaga attraverso video, fotografia, pittura, scultura e performance un tema caro all’artista, quello della Dea Madregeneratrice e nutrice, focalizzandosi su un elemento essenziale, che è il leitmotiv che lega tutte le opere in mostra: il pane.

“Ho sbattuto contro un muro” di Luca Guenzi è una serie di 20 acquerelli che ritraggono muri urbani dapprima con un obiettivo e poi reinterpretati dall’artista sulla carta, segno di una ricerca visiva che si focalizza sulla pelle della città, con i segni del tempo e le umane tracce, dando particolare attenzione a murales, tag e graffiti.

DEA FABER


 

21-24/05/2015

I FETICCI DEGLI ALTRI

 

12 opere, dipinte a olio su tela, che ritraggono, in un limbo astratto e scuro quasi come fossero gli avi di un antico castello, 12 oggetti feticcio che 'portano' i ricordi di infanzia di 12 bambini. A ogni tela è associato un breve racconto e la foto di un bambino.

Senza qualcosa che prova la nostra esistenza ci sentiamo a disagio, proviamo un senso di vuoto.

I feticci rappresentano esistenza, concorrono a creare la storia delle persone, di “loro“ facciamo fatica a disfarci. Rappresentano un mondo di legami e affetti che non vogliamo perdere.

“ciapapolvar”.

Per i bambini sono oggetti transizionali, fonti di certezze. Da grandi diventano il veicolo della memoria, portano ricordi, vissuti familiari, momenti, passioni, dolori, affetti, amore. Testimoni “silenziosi” delle nostre vite, ci accompagnano nella nostra storia, ci sopravvivono. Attraversano il tempo, quasi immortali.

L'esposizione si è svolta a ZonaZago7

Vedi il video della mostra


 

Personali

2016 • “Ho impastato come una dea madre”, Mangirò, Monghidoro, Bologna

2016 • “Ho impastato come una dea madre”, a cura di Antonella Gasparato - Zonazago7, Bologna

2015 • I feticci degli altri, a cura di Antonella Gasparato - Zonazago7, Bologna

2010 • Admiral Park Hotel - Zola Predosa, Bologna

2009 • Tortellini ritratti - Atelier, Bologna

2007 • Antica Osteria del Pilastrino - M. Pastore - Bo

2007 • “istantanee di energia” Sorsimorsi - S. Giovanni P. - Bo

2006 • “istantanee di energia” Spazio arte RAS - Ozzano dell’Emilia - Bo

2005 • Osteria da Noi - Imola - Bo

2005 • Bar Mercato - Bologna

2005 • Caffè delle acque - Bologna

2005 • Main Street - Bologna

2004 • Soprattutto Vino - Argenta - Fe

2004 • Stile libero - Bologna

 

Concorsi

2010 • Premio Celeste, 7a Edizione

2009 • Premio Celeste, 6a Edizione

2009 • Premioterna 2009

2008 • XXVI Premio Firenze - Sezione Pittura: Mostra collettiva nel Caffè Storico Giubbe Rosse - Firenze

2008 • Premioterna 2008

2008 • Premio Celeste, 5a Edizione “Io Diavolo” Opera selezionata per il catalogo.  (190 opere su 1207) “Tortellini in brodo fatti a mano”  classificato 36° Voto on line

2008 • Selezione Concorso Internazionale 18.24,  7a Edizione - Jesolo, Venezia

2008 • Segnalazione speciale della Giuria: Festival delle culture giovani - Pescara

2006 • Dipingi Monza. Manifestazione benefica di Patologi Oltre Frontiera

2006 • Premio Cremona

 

Collettive

2016 • Una residenza d’artista nel cuore di Pianoro per Sposta-Menti Festival - Museo di Arti e Mestieri, Patrocinio: Comune di Pianoro (Bologna)

2015 • #foodporninUTILE 2 a cura di Fulvio Chimento Patrocinio: Comune di Bologna, Studio 54 (Bo)

2015 • Arte sottoiportici - Bologna

2014 • #foodporninUTILE - Torri dell’Acqua Budrio (Bo)

2012 • inUTILEx - Museo della Tappezzeria, Villa Spada, Bologna

2012 • Women’s a cura di Marco Testa - Galleria di Palazzo Coveri, Firenze

2012 • inUTILE magnETICO - Museo di Zoologia, Bologna

2011 • diVERSO/VERSOdi per inUTILI, Sala Diana Franceschi,  Villa Mazzacorati - Ufficio Cultura, Comune di Bologna

2011 • Arte sottoiportici - Bologna

2011 • I Care - Shock Therapy per inUTILI, a cura di Marco Testa Casa Bolognini, Torre Alberici. Arte Fiera OFF, Bologna

2010 • inUTILI - movimento d’arte e di pensiero Rocca di Cento, Ferrara

2010 • inUTILI - movimento d’arte e di pensiero Pivarte, Bologna a cura di Franco Basile

2010 •Vergato Arte -  Vergato, Bologna

2009 • Un giro di danza e di dolcezza, Rastignano - Loggia della Fornace

2009 •“La pittura come emozione, progetto di libera espressione creativa”, Sala Rosata Palazzo Malvezzi, Patrocini: Provincia di Bologna e Regione Emilia Romagna, Fondaz. Dopo di Noi - Onlus

2008 • “Arte&Moda” evento a cura di Fashion District Bologna

2007 • “Pigmenti” Sorsimorsi - S. Giovanni P. - Bo

2006 • Paladar Café - Bologna

2005 • Collettivo Senza titolo: albergo drapperie - Bologna

2005 •Collettivo Senza titolo: sala consiliare del Municipio di Zocca - Mo

2005 •Collettivo Senza titolo: “un lampo nel buio”Sala dell’annunziata - Imola - Bo

2004 • Sebino colori - Bologna